Blog Single

Tre giorni di workshop con esposizioni e degustazioni a Castel dell’Ovo. Vitignoitalia compie 10 anni e riporta a Napoli oltre 200 aziende vitivinicole da tutta Italia. Al via domenica 8 giugno la vetrina e  opportunità di business per l’Italia e l’Estero.

Novità dell’edizione 2014 è l’applicazione mobile “Smartwine”, ideata da Intuizioni Creative e progettata dalla Rete del Mediterraneo, capace di promuovere il vino utilizzando la Realtà Aumentata: si tratta di un’ App completa di servizio Qr-Code professionale, geo-localizzazione delle cantine, servizio di e-commerce e, molto importante, multilingue. I buyers stranieri  e i visitatori di Vitignoitalia potranno decodificare con il proprio smartphone i Qr-Code applicati allo stand delle aziende, e ricevere una serie di informazioni aggiuntive sul vino e l’azienda che non è possibile inserire nello spazio ridotto di un’etichetta.

L’edizione n°10 si svolgerà a Castel dell’Ovo dall’8 al 10 giugno. Come da consuetudine il Salone è aperto al pubblico dalle ore 14 alle 21; le mattinate sono invece riservate agli operatori esteri e alle contrattazioni OneToOne che si svolgono a porte chiuse nella Sala buyers del castello.

Dal 2012 Vitignoitalia ha avviato un ambizioso progetto di sostenibilità, per ridurre al minimo l’impatto ambientale della manifestazione. Tutte le postazioni espositive sono realizzate in materiali provenienti dalla raccolta differenziata; la manifestazione utilizza esclusivamente carta certificata FSC® secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici e dotata di EPD® (Environmental Product Declaration). Il percorso prevede la presenza di postazioni per la raccolta differenziata e la gestione del riciclo di sughero e vetro.

Tra le novità vi è  Gennaro Regina, artista partenopeo,  che rende omaggio alla sua terra con un quadro unico: “Vesuvio divino”. Sullo sfondo i colori e le suggestioni del cielo di Napoli, in primo piano il Vesuvio, icona tanto cara all’artista, e i simboli del vino per eccellenza ad arricchire di originalità il quadro: il bicchiere che versa vino e le due bottiglie a simboleggiare la costa ed il Castel dell’Ovo. Il quadro è stato realizzato in un’unica copia della quale poi l’artista ha stampato su carta 1000 riproduzioni che saranno distribuite durante i giorni del salone.

Inoltre, in programma, anche il concorso enologico Vitignoitalia, 10° Concorso Vini e Distillati Nazionali, che premia l’elevata qualità delle produzioni enologiche nazionali.

Al concorso partecipano i vini e i distillati prodotti in aree nazionali da qualunque vitigno, autoctono o alloctono. I vini presentati vengono divisi in 7 categorie: vini bianchi tranquilli (con residuo zuccherino fino a 6 g/l); vini rossi tranquilli; vini rosati tranquilli; vini spumanti metodo classico; vini spumanti metodo charmat; vini dolci (con residuo zuccherino superiore a 45,1 g/l); vini liquorosi. I distillati presentati vengono divisi in 3 categorie: distillati da mosto d’uva; distillati da vinacce; distillati da vino.

L’edizione 2014 di Vitignoitalia vede dunque 5 Premi Speciali:

Il Premio Speciale Vitignoitalia assegnato all’azienda che ottiene il miglior risultato, calcolato dalla somma dei punteggi più elevati riferiti a tre vini presentati in 3 categorie differenti che abbiano raggiunto il punteggio minimo di 80 centesimi.

Il Gran Premio Vitignoitalia assegnato al vino che ha ottenuto il miglior punteggio assoluto

Il Gran Premio Vitignoitalia distillati assegnato al distillato che ha ottenuto il miglior punteggio assoluto.

Il Premio Vitignoitalia per i giovani assegnato all’azienda, di proprietà o nella quale è presente in qualità di socio, un giovane viticoltore di età uguale o inferiore a 30 anni, il cui vino ha ottenuto il miglior punteggio.

Il Premio Vitignoitalia per il territorio assegnato all’azienda che avrà contribuito alla valorizzazione del territorio di produzione con attività di carattere culturale e di diffusione.

Anche per l’edizione 2014 del Premio Vitignoitalia la storica azienda partenopea M.Cilento 1780 è partner dell’iniziativa. Una collezione di cravatte e foulard in seta con lavorazione sette pieghe che rievocano nei colori e nei motivi il tema del vino, saranno i premi per i vignaioli premiati. Dal 1780 la sartoria e cravatteria  M. Cilento 1780  tramanda la cultura del su misura, la ricerca del pezzo unico e di classe, dell’accessorio raro e di qualità. Le cravatte sette pieghe in pura seta e in pregiati tessuti sono da sempre il fiore all’occhiello della maison, tagliate e cucite a mano come tradizione comanda. La boutique di via Medina a Napoli è un autentico tempio dell’eleganza maschile con il più ampio e ricercato repertorio di tessuti, filati, calzature, pelletteria e cravatte che da oltre due secoli vestono l’uomo elegante. Oggi nelle mani di Ugo Cilento, la maison continua ad essere il punto di riferimento indiscusso dello stile a Napoli.